Meghan Markle ,the Hollywood Princess

 

A parte che state diventando noiosissimi e inopportuni criticando e offendendo sempre tutto e tutti , ma insomma usiamo i social per qualcosa di costruttivo ? Che poi, lasciatemelo dire, se avete proprio voglia di criticare e mettere i puntini sulle “i” a tutti fatelo , ma non da un social! Fallo se ne hai le palle, ma dillo in faccia, altrimenti sei solo un idiota. Punto. Fine della storia.

 

Premessa doverosa dopo aver visto che è stato motivo di discussione il sopracciglio di Meghan.. IL SOPRACCIGLIO! MA VI RENDETE CONTO ? Era stupenda anche con QUEL SOPRACCIGLIO, POTETE SOLO RODERE.

 

Del Royal Wedding tra il principe Harry e l’ attrice Meghan se ne sono sentite di tutti i colori, a me personalmente mi hanno sempre fatto tanta simpatia, ho sempre pensato fosse una coppia divertente, vera e non tanto distante da noi comuni mortali,e proprio per questo ho voluto scoprire qualcosa di più su di lei, la principessa di Hollywood, Meghan, la più invidiata che ci ha fatto sognare.

Di questo Royal Wedding vanno sottolineati tanti aspetti, è stata proprio lei a sdoganare un bel po di roba, facendo si che la monachia divenisse una monarchia moderna, ma capiamo di cosa sto parlando..

 

Meghan ha percorso il primo pezzo della navata da sola. Carlo l’ha aspettata all’ ingresso del coro, a metà tragitto, e solo allora l’ha presa in consegna per condurla da Harry. Senza «affidarla» allo sposo: Carlo alla fine del percorso ha fatto un passo indietro e Meghan si è «consegnata» da sola al marito. Un cerimoniale inedito, dal forte significato simbolico: Meghan è una donna indipendente, che si è sempre proclamata femminista. E allora, se non potrà essere il padre ad accompagnarla, meglio fare da sola e non sottostare fin da subito alla «tutela» dei reali. 

 

Meghan ha scelto un abito semplice, per tanti forse troppo semplice, ma lei non ha bisogno di fronzoli perchè è sempre meglio togliere che aggiungere, quando una è bella è bella.

 

Durante la cerimonia, il reverendo americano chiamato da lei, che ha letto parte dell’orazione da un iPad, conquistando l’attenzione degli utenti sui social network, ha citato Martin Luther King. Nella sua autobiografia ”Songs My Grandma Sang” – Le canzoni cantate da mia nonna, pubblicata nel 2015, racconta che la sua famiglia discende da schiavi e mezzadri della Carolina del Nord e dell’Alabama. Con questo ha inserito la promiscuità di razza a corte, perchè Meghan è di colore (madre afroamericana, padre bianco).

 

Meghan ha dedicato parte del suo tempo a cause umanitarie: prima come ‘ambasciatrice’ di World Vision, poi per le Nazioni Unite, per One Young World e Myna Mahila Foundation, ‘madrina’ della campagna per l’uguaglianza di genere.

 

Anche Harry, nel suo piccolo a confronto, ha fatto la sua parte facendosi dare la concessione da nonna-regina per lasciare la barba sul viso, cosa che hai reali è vietata.

Chissà ancora per quante altre cose mi innamorerò di questa coppia, una cosa è certa , io tiferò sempre per loro.

 

God save the Queen, and the Hollywood Princess!

...

You might also like

Leave A Reply

Your email address will not be published.