Eventi // la mostra di Manolo Blahnik a Milano

 

La mostra dedicata al “mostro” Manolo Blahnik, in Italia ancora pochi giorni.

 

 

 

 

 

Scarpe come sculture, col tacco a stiletto dall’ impalcatura incredibile, oppure pantofoline realizzate artigianalmente con i materiali più preziosi, queste sono le bambine di Manolo Blahnik.

 

Le abbiamo viste ai piedi delle dive sui red carpet,  le abbiamo ammirate ai piedi di Carrie, sono il feticcio delle protagoniste di “Sex & the city“…ed è proprio da lì che diventano il sogno proibito di ognuna di noi.

Per chi vuole vedere il sogno materializzarsi davanti i propri occhi, il celebre artista ha uno spazio dedicato alle sue creazioni, fino al 9 aprile, a Palazzo Morando,Milano.

 

 

 

Blahnik ha una collezione di circa 30.000 esemplari di scarpe e in questa mostra ne sono esposti 212 modelli suddivisi in varie sezioni, selezionate a seconda dell’ispirazione dello stilista.

Quelle dedicate ai personaggi del passato, alle dive del cinema d’altri tempi, oppure la sezione che mette in evidenza i materiali, sempre pregiati e lavorati artigianalmente in Italia.
Intrigante la sezione delle calzature storiche, affiancate da veri esemplari d’epoca, quelli che hanno ispirato Blanhik nella creazione delle scarpe di Marie Antoniette, nell’omonimo film di Sofia Coppola.

Poi ci sono le calzature dedicate alla natura, spettacolari : sandali rampicanti con ciliege, ciabattine con fragole, décolleté con applicazioni floreali.
Infine le calzature geografiche, influenzate dalle scarpe delle varie parti del mondo, con uno stile decisamente etnico.

 

L’esposizione intende raccontare la profonda influenza che l’arte e la cultura italiana hanno avuto e hanno ancora oggi sullo stile di Manolo. Dalla scultura greco-romana al barocco, dal capolavoro di Luchino Visconti – Il Gattopardo – ai coralli di Sicilia: tutto questo e molto altro ancora si ritrovano nelle scarpe visionarie di Manolo.
Milano è stata scelta dallo stilista proprio per il suo forte legame con l’Italia, patria dell’arte e dell’artigianato riconosciuta in tutto il mondo, e Palazzo Morando è la cornice prestigiosa e ideale per ospitare questa mostra.

Infatti, oltre alle calzature di Manolo Blahník, nelle sale museali del Palazzo è esposto un nucleo di scarpe provenienti dalla collezione delle Civiche Raccolte Storiche e selezionato da Chiara Buss, storica del costume e del tessuto. Non tanto un confronto, quanto una sorta di controcanto dove i modelli antichi convivono con le creazioni di Manolo, impreziosendosi a vicenda e, al contempo, rendendo chiaro il percorso creativo che ha caratterizzato l’evoluzione della calzatura nel corso di cinque secoli, dal Cinquecento ai primi anni del Novecento.

Io ho avuto la fortuna di acquistare in passato un paio di Manolo Blahnik ed esattamente le decoltè blu elettrico impreziosite, che hanno incorniciato il mio abito da sposa, facendomi sentire un pò Carrie (se vuoi vedere qualche scatto su Instagram #LaSposaConLeScarpeBlu), e quando sono andata a Manhattan, secondo voi, potevo farmi sfuggire l’occasione di andare nel suo store?! 

 

...

You might also like

Leave A Reply

Your email address will not be published.