Diario di mamma // Fatiche da genitore

 

 

fatiche da genitore

 

C’è stato un tempo in cui pensavo che non avrei mai riavuto la mia libertà.
Per libertà intendo fare una doccia con calma, spolverare il salotto, mettere lo smalto o una maschera per capelli, far pipì…

 

Quando diventi genitore la vita ti cambia, ma quando diventi mamma ti si stravolge tutto. Diciamocelo.. I papà (anche se alcuni di buona volontà ci provano) non servono a molto, specie i primi periodi. È la mamma che lo allatta, la mamma lo lava e cambia, papà forse lo tiene in braccio perché ha paura di toccarlo tanto gli sembra fragile. Tocca anche alla mamma cullarlo e farlo addormentare.

Mi ricordo quando allattavo, dopo la poppata e la routine delle coliche , stavo ore a cullarlo… Sentivo il mondo che scorreva e io in camera da letto al silenzio in penombra a cantare la ninna nanna ad un marmocchio. Quello è stato uno dei periodi più pesanti della mia vita. Tra la novità di avere un neonato, tra lo stress dall’allattamento, tra le coliche che lo snervavano e a me facevano impazzire (sante Milycon!) ho dei ricordi “pesanti” di quei giorni.

 

fatiche da genitore

 

Non dormivo più di due ore di fila, non riuscivo ad andare in bagno, non mangiavo per gusto ma per nutrirmi (e tante volte mangiavo con le tette al vento perchè lui nel frattempo beveva dal mio seno),  non riuscivo a farmi una doccia in santa pace, ma oggi -finalmente- tutto ciò è solo un ricordo.

Finalmente al quarto mese iniziano scomparire le coliche, e oltre il latte iniziamo ad introdurre biscotto e frutta, ed io inizio a respirare un po’.

Oggi che -alla vigilia dell’anno- siamo molto svezzati (grazie a dio Leo è un buongustaio), trovo tempo per la casa, per cucinare, tempo per gli amici e sopratutto tempo per me stessa. Ho preso la buona abitudine di concedermi un pomeriggio di relax, sabato pomeriggio Leonardo rimane con il suo papà mentre mamma nel primo pomeriggio gode del relax del centro estetico, per andare poi a fare un pò di shopping.

Adesso lui è più sereno, mangia la pastina, essendo più sazio fa dei riposini più lunghi, durante i quali io ne approfitto per fare millemila cose.

Se anche tu sei una giovane mamma alle prese con un neonato, abbi fede!

Un giorno non molto lontano tornerai a brillare.

...

You might also like

Leave A Reply

Your email address will not be published.