Cerca

Caricamento in corso...

mercoledì 26 agosto 2015

Total Outfit Spartoo





Qualche giorno fà, sul mio profilo instagram (@chichenonimpegna), postai foto di una serata tra amici in un locale a bordo piscina, e molte di voi mi hanno chiesto info sull'outfit,in particolare sulle scarpe.







Di Tamaris, il modello Naru, color cipria con particolari in oro, per un sandalo con un tacco delicamente alto, solo 9 cm, preso su Spartoo la stagione precedente, c'è ancora qualche numero disponibile, ma consiglio di spulciare il brand perchè ci sono modelli molto interessanti.

Per una fresca serata estiva, e una mise "non-proprio-en-forme", post partum,
ho scelto di indossare quest'abito semplice, morbido e rosso. 


Il brand è Morgan, ed è ancora disponibile (adesso anche in saldo) se clicchi qui.

Trovo che il colore rosso, in tutte le sue sfumature, stia molto bene indossato dalle brune, come me, e voi ?








venerdì 21 agosto 2015

Giveaway Estivo






Per salutare l'estate ed essere meno tristi Chic Che Non Impegna ha creato per voi questo magnifico Giveaway con in palio la borsa Love Moschino.


Il vincitore sarà sorteggiato con random, e riceverà a casa, completamente gratis, la borsa in palio, ovviamente nuova, con cartellini certificanti l'originalità è la dust bag! 

domenica 9 agosto 2015

Hair Beauty // Piastra Online Rock Uki






In periodo di vacanze, estate, viaggi, tutto deve diventare pratico e sopratutto leggero da stare in valigia.

L'indispensabile, tra il mio beauty, è la piastra per capelli Uki.
Compatta, colorata e sopratutto funzionale.
Funzionale per chi, come me, non è molto pratica di piastre e acconciature, io mi definisco una testa selvaggia, perchè non sono mai stata capace e paziente, tanto da allisciare o boccolare il capello.

Con Uki, la piastra in ceramica basculante, anche una capra come me, riesce a farsi dei bei boccoli veloci, o una piega degna di Morticia.



Pro:
-riscaldamento rapido ;
-ceramica di tormaline, conduce e mantiene il calore molto più di ogni altro materiale e dà un calore "umidificato". Le tradizionali placche di rame, metallo cromato, antiaderenti, ceramica solida o altri elementi, se non creano un minimo campo ionico hanno effetti disidratanti sui capelli, li danneggiano e creano una perdita di idratazione o una prematura perdita di colore. grazie alla tormaline che già in natura crea ioni e, scaldandosi arriva a generare anche il 100% di ioni negativi - non solo aiuta a mantenere il livello di idratazione nei capelli, ma, tramite gli ioni negativi prodotti, migliora la struttura del capello e richiude lo strato cuticolare;
-nessun effetto elettrostatico;
-filo lungo;
-di tendenza, decorata con borchie;
-colore fashion;
-pochette abbinata.

Contro:
-quasi sempre me la vogliono rubare!




Oltre la pochette bella grande, la mia Uki, modello online rock, edizione Andy, l'eclettico musicista dei Bluvertigo, si presenta in un packaging accattivante, e a noi queste chicche ci conquistano.




Sfoglia il catalogo per vedere tutti i prodotti disponibili come, phon, ferri arricciacapelli, tosatrici, e tutto ciò che occorre per i vostri capelli, e perchè no, per fare dei regali originali e utili.

venerdì 7 agosto 2015

Consigli di scrittura per blogger







Quello del blogging oramai, è diventato un vero è proprio fenomeno.

Dopo Chiara Ferragni, il boom.
Tutti improvvisati blogger, ancor peggio, tutti improvvisati "fashion blogger".
A parer mio, è sempre e comunque un hobby, tenere un diario, scrivere online, conoscere lettori e altri blogger, se poi riesci a guadagnarci buon per te, ma senza fare marchette, e andare da soli contro il proprio pensiero (ho letto di blogger paladine della bio-cosmesi (ad esempio), pubblicizzare prodotti tutt'altro che bio, solamente perchè ricevuti aggratis). -.-

Il consiglio che mi sento di dare a chi vorrebbe,ha voluto, e tutt'ora vuole, è quello di evitare di scrivere baggianate e cose inutili se l'obiettivo è quello di coinvolgere un ampio raggio di lettori.


A chi gliene può fregare di te che racconti la tua domenica di relax al locale dell'amico Tizio, o di come affronti le solite giornate dietro scatti impeccabili, quando poi di impeccabile c'è pochissimo?

Realtà.
La realtà secondo me è la chiave,e lo strumento per raggiungerla è una domanda.








Prima di pubblicare, chiediti :
"quanto potra nteressare far sapere che ho indossato la gonna a righe comprata da zara ieri?"
Risposta:
"una cippa lippa."

Io, ad esempio, prima di pubblicare mi chiederò :
"Saranno utili queste riflessioni a chi, ha un blog?"
Risposta :
"molto probabilmente,questo post,farà riflettere, e qualcuno proverà ad essere più originale."

Essere originali, diversi, nel bene o nel male ,non essere banali.


Una strada percorribile è sicuramente quella del New Journalism, una “corrente” che nasce negli USA negli anni Settanta, a opera di alcune grandi firme (Tom Wolfe , Norman Mailer, Truman Capote, Gay Talese) che ha proposto la fusione tra giornalismo e romanzo, non nel senso di trasformare la cronaca in “finzione romanzesca”, ma di inserire nel giornalismo la tensione narrativa, la costruzione dei personaggi e del “plot”.



La risposta, quindi, alla domanda : “Perché dovrei leggere il tuo blog?” ,sarà nei post che scriverai, nei link che selezionerai, nell’insieme di interazioni che sarai in grado di attivare con la tua visione delle cose, con il taglio personale, originale, ma al tempo stesso attraente e condivisibile che saprai dare al tuo “diario in pubblico”. Nelle tue cose ci sarà la risposta che potrebbe condensarsi in: “Perché nel mio blog troverai le cose che ti interessano come non te le aspetti e come non potrai trovarle altrove


E allora, vediamo un po’ che cosa contraddistingue un buon blog giornalistico.
La prima cosa è l’aggiornamento costante.
Il lettore deve sapere che il tuo blog non si impolvera e che tutte le volte che ci torna, può trovare qualcosa di nuovo. Su Internet, lo sai bene, la polvere fa prestissimo a depositarsi. E ricorda: per aggiornare il tuo blog devi essere aggiornato anche tu!


Usare l’orizzontalità del mezzo
Internet è un mezzo orizzontale e democratico, perché chi lo usa sa di essere contemporaneamente fruitore e creatore di contenuti. Oggi anche le testate più autorevoli, come il Corriere della Sera The Times hanno i loro blog, il che vuol dire che comprendono che il lettore vuol essere anche autore. 
Il tuo blog deve trasformare questa caratteristica in punto di forza e trasformare i lettori in collaboratori.








Lo stile blog
Un blog ha uno stile particolare. Niente formalismi, molta immediatezza. Si deve sentire la personalità di chi scrive, la sua anima in diretta. Niente letterarietà, niente ipocrisia, niente tentativi di imitare lo stile di qualcun altro.
Ma allo stesso tempo, non essere sciatto: non fare errori di ortografia o di sintassi, controlla le notizie, parla solo di cose che conosci o su cui ti sei informato. Insomma, non è facile, ma se ti impegni potresti persino farcela!


Devi trovare un tuo spazio, le tue notizie, e siamo d’accordo. Ma devono essere notizie interessanti, veritiere, originali e che non si trovano da altre parti.


Qualche blog da studiare
Macchianera (http://www.macchianera.net/)
Si tratta di uno dei migliori blog informativi italiani. Fondato da Gianluca Neri (http://it.wikipedia.org/wiki/Gianluca_Neri), ha al suo attivo alcuni famosi scoop, come quello del 2005 sull’uccisione dell’agente del SISMI Nicola Calipari, o quello del 2010 che rivelava il finale dell’ultima puntata di Lost.

 È interessante il suo Blogfest (http://www.blogfest.it), il punto di ritrovo annuale dei blogger, assolutamente da non perdere.
The Blonde Salad (http://www.theblondesalad.com/)
Questo blog,che ve lo dico a fare, è quello della Ferragni che ha messo su il suo piccolo impero.



Scrivere, ovviamente, non basta più. Il tuo blog tra qualche anno (molto pochi, in effetti) diventerà un centro di creazione e smistamento di informazione multimediale, uno degli infiniti nodi di una galassia in continua espansione. A  partire dal tuo blog, o anche solo transitandoci, il navigatore dovrà potersi informare, conversare, prenotare un biglietto per un concerto, organizzare la manifestazione “anti qualcosa” e mandare subito in rete i suoi filmati.
E tu dovrai esserci, con il tuo blog, ma specialmente con le tue competenze, la tua creatività, il tuo coraggio e la tua voglia di fare, oppure sarai solo un piccolo ricordo sfumato.
















venerdì 31 luglio 2015

Tendenze // Vintage che torna alla ribalta



Forse non tutti sanno che...
Su spartoo esiste una categoria di prodotti "vintage" dove è possibile scovare delle chicche a prezzi davvero vantaggiosi. 


Brand famosi come Louis Vuitton, Prada, Fendi, Ysl, Dior,  Hermes e tanti altri, mettono a loro disposizione scarpe e accessori.





Molto più comodo acquistare pezzi vintage, con un click piuttosto che girare per mercatini, dove , se non si è veri intenditori, si corre il rischio di acquistare roba falsa, su spartoo invece l'originale è garantito!

Inoltre siamo, anche qui, in periodo di saldi quindi perchè non approfittarne?

Vi consiglio anche di restare collegati, perchè presto ci sarà per voi lettori un interessante giveaway, vi dico solo una parola : MOSCHINO.





lunedì 27 luglio 2015

Wedding Day // Dalani, sorgente d'idee









Organizzare il giorno più memorabile della nostra vita, è un lavoraccio duro e faticoso.

Lo so bene io.
La sposa, tra tutti gli stress che deve sopportare, ha anche quello di scegliere gli allestimenti per il giorno del fatidico sì (perchè a noi piace avere tutto sistemato alla perfezione).

Chi può permetterselo assume una wedding planner, figura oramai presente in molte cerimonie, e che non tutti, purtroppo, possono permettersi.

Per far fronte al budget disponibile, e riuscire a decorare la chiesa e il locale come vorremmo, basta armarsi di pazienza, buona volontà e Dalani.

Oltre i fiori, in chiesa è bello preparare dei piccoli accorgimenti per rendere indimenticabile la cerimonia, e offrire qualche comfort agli invitati, come ad esempio, dei ventagli tra i banchi, i coni portariso, delle lanterne decorative all'ingresso.






Tra i tanti stili che la sposa sceglie per il suo giorno, quello che mi piace molto è quello shabby chic.

Pensate a tavole bianche, con lumini, candele galleggianti, tra bicchieri di cristallo e posate d'argento, alberelli come centro tavola bianchi con piccoli pensieri d'amore appesi ad ogni ramo, pronti a danzare nel vento.


 


Su dalani, puoi trovare tanti articoli decorativi per allestire al meglio il tuo giorno nello stile che preferisci, oltre simpatiche soluzioni per le tue bomboniere, come sculture, quadri, vasi e quant'altro, purchè sia una bomboniera utile.




Unica raccomandazione è quella di scaricare l'app dalani, per essere sempre aggiornati e pronti alle offerte riservate, come l'offerta "Love Story" che inizia il 28/07 , e vi offre arredi e deco stile shabby.

Per organizzare il tuo matrimonio da favola, non ti resta che registrarti su dalani.it.

mercoledì 22 luglio 2015

Diario di mamma // Il mio parto









Ebbene si, ho deciso di condividere con voi la mia esperienza sul parto.

Ne ho sentite di tutti i tipi, dagli incoraggiamenti, alle cafonate che qualche simpaticissima conoscente ti illustra, così per farti GRADIRE la conoscenza del parto. 
Oggi, due mesi e mezzo, dopo il mio parto, posso dirvi che non solo è un esperienza troppo soggettiva per farne luogo comune di tutti , ma che è anche una delle sensazioni più belle, intense, assurde che una donna possa provare, e che personalmente auguro a tutte.

Quel giorno , esattamente due giorni prima della mia data presunta del parto, nel tracciato era comparsa qualche contrazione che io neanche avvertivo, contattato il mio medico ci organizziamo per la visita nel pomeriggio. Dopo pranzo carichiamo le valigie in macchina, che non si sa mai, e andiamo al policlinico, dove la mia ginecologa dopo la visita e il tracciato (con qualche contrazione non troppo forte e non frequenti) mi consiglia di tornare a casa perché ancora presto.
Bene, uscita da lì non riesco ad arrivare al parcheggio che iniziano le contrazioni più forti e con una cadenza definita.
Se vi state chiedendo cosa si prova con la contrazione sappiate che sono diverse da donna a donna, e che le mie sono state concentrate nella schiena, ed era come se una mano mi stringesse tutto da dentro, all'altezza dei reni. 
Ho iniziato il travaglio vero, e duro intorno le 21:30; mi è stato parecchio d'aiuto il corso pre-parto sulla respirazione, anche se il dolore c'è (si sa che non è una passeggiata) bisogna tenere lucida la mente, e comandare il dolore invece di farsi comandare dal dolore.
Tutto sommato, come primo parto, mi è andata proprio bene se consideriamo che Leonardo è nato alle 23:56
Dentro la sala parto ricordo la LUCE, la lampada da sala operatoria, un equipe di almeno 10 persone tutte ad aiutarmi, ostetriche, neonatologo, ginecologo, anestesista, mia madre che mi ha dato sostegno, mio marito che è entrato ed uscito più volte perché voleva... Ma il suo colorito verde glielo impediva!
Queste contrazioni sempre più vicine e dal picco altissimo, che mi facevano urlare, e che quando arrivavano sentivo solo SPINGI ! SPINGI DAI!

Qualcuno mi suggeriva di spingere come quando fai la cacca...ma davvero?! In quel momento nonostante tutto cerchi di collaborare e fare quello che ti dicono altrimenti si rischia di finire in sala operatoria per il parto cesareo.
Durante una delle estenuanti contrazioni , proprio quando esausta pensavo di non farcela, quando pensavo ma cosa ci faccio io quiiiiii?!? quando ho iniziato a scoraggiarmi e formulare pensieri più veloci della luce... Leonardo ha visto la luce! 


Urlo.
Sospiro.
Pianto. 


E mi sono ritrovata un esserino che urlava su di me.
La prima cosa che ho pensato?
Ma quanti capelli ha?
E subito un applauso si è sentito dalla sala d'attesa dove amici e parenti hanno aspettato con ansia e sofferto con noi per poi esplodere di gioia. 
Il miracolo della vita. 
La donna possiede il potere.




Che sia naturale o cesareo, una volta partorito, nella donna, diventata neomamma, automaticamente si attiva "l'istinto materno".
L'unico e insostituibile da seguire, sempre e nonostante tutto e tutti. 
A te donna gravida o neo mamma che stai leggendo, sappi che andrai incontro a tanti (ma tanti) di quei consigli non richiesti che prima ti daranno fastidio, poi pesantezza fino a portarti all'incertezza. 
Te ne diranno talmente tante(soprattutto mamma, suocera,amica) da farti venire millemila dubbi.. Come se non bastasse la confusione che si ha trovandosi per la prima volta con un bambino, tuo figlio. 
Se ha freddo, ha caldo, ha fame, è stitico, l'allattamento.

Tappati le orecchie e fai quello che secondo te è meglio per tuo figlio, nella maggior parte dei casi, è sempre la scelta giusta.